COVID: RESTRIZIONI PER LE ATTIVITÀ COMMERCIALI MA NON PER I SUPERMERCATI E PER LE SPIAGGE ATTREZZATE

Palestre, piscine, bar e ristoranti, devono mantenere alta la guardia anti COVID. Nei supermercati e sulle spiagge, no! Che strano questo maledetto virus che continua a colpire a determinati orari tanto che persiste il “coprifuoco”. Il COVID si annida “pericolosamente” nelle palestre e nelle piscine ma nei supermercati non entra, resta fuori. Infatti nei grandi centri commerciali non bisogna rispettare le distanze, ci si accalca che è una meraviglia. Meglio ancora in spiaggia. Il COVID ha paura dei gestori degli stabilimenti  balneari, come la politica. Infatti ai gestori del nostro bene comune, le spiagge, è consentito tutto.  Gli ombrelloni sono talmente ravvicinati che tra i due lettini non ci passa. È proprio vero, in Italia i più potenti sono i gestori delle spiagge e la  grande distribuzione . Provate a chiedere alle forze politiche!

La Redazione