Italia: Un Governo inaffidabile

La sciagurata comunicazione di questo governo, sta arrecando non pochi problemi a tutti noi cittadini, come se non bastassero già quelli in corso!!

Si dice da sempre, che nei momenti difficili, chi ha carattere e personalità, dovrebbe emergere e guidare chi non ha queste prerogative! Bene, Il governo Conte e tutta la sua pattuglia di ministri, viceministri e sottosegretari, tutto stanno facendo tranne che guidarci e dare stabilità; stanno, con le loro strampalate strategie antivirus, alimentando ancora di più scoramento, incertezze e disorientamento in tutti noi!

Tralasciando gli ormai ritardi acclarati nel fronteggiare la pandemia,-e qui credo che tra non molto giudici e avvocati avranno tantissimo lavoro da svolgere-,vorrei soffermarmi sulla diaspora tra i vari decreti emanati nelle ultime ore tra il primo ministro e il suo ministro degli interni, sulla vicenda della passeggiata dei minori!

Ia confusione regna totale!!

Al di là dei tecnicismi, non voglio entrare nel merito, perché si commentano da soli,ma vorrei entrare nel metodo.Qui bisogna decidere una volta e per tutte se la “comunità scientifica”si debba tenere in considerazione sempre o no! Il primo ministro dovrebbe farci capire e forse a questo punto, anche lui dovrebbe capire su chi possiamo affidare le nostre speranze!?

La proposta di fare uscire i minori, (che condivido in pieno) è stata proposta da mamme e avallata da tutto il mondo pedagogico, psichiatrico/infantile, educativo e quant’altro; ovvero di chi di minori se ne occupa e ne “capisce” sul serio!

La reclusione dei più piccoli, soprattutto ad una certa età, può comportare problemi seri a livello psicologico e non solo;ma il vero dramma sono anche tutti quei ragazzi disabili, iperattivi,pluripatologici/ cognitivi che proprio non possono stare chiusi tra quattro mura per molto tempo!

Consideriamo anche che al Sud, molti di questi ragazzi non godono di case confortevoli, non hanno la possibilità di avere internet, non hanno tutti quei giochi telematici nei quali oggi i ragazzi trovano rifugio; ecco se si considera tutto questo credo che sia giusto sposare la proposta!

Purtroppo però, la scarsa qualità della comunicazione e delle competenze del governo ha fatto sollevare il solito polverone e la solita “scaramuccia”politica che non serve a nulla! Chi pagherà dazio saranno sempre i più piccoli!

Le modalità per non creare assembramenti si sarebbe trovata,le proposte ci sono e tante, ma ormai per colpa di incompetenti tutto è saltato!

La politica e il governo oggi avrebbero potuto dare un forte segnale nei confronti dei disabili e non strumentalizzarli solo ai fini elettorali come ormai accade da tempo!

Luciano Pietrosanti